Awesome Food, Luganese

Dietro le quinte... La Tavernetta!

La nostra avventura nei backstage dei ristoranti di Lugano e dintorni continua. Oggi vi portiamo da La Tavernetta, locale ad Agno inaugurato l'1 maggio del 2018.
Data non casuale ma quella del compleanno del titolare e pizzaiolo Salvatore Resta e anche quarantesimo anniversario dell'apertura del primo ristorante della famiglia a Portici, Napoli.

Sin dall'apertura La Tavernetta si è fatta conoscere per il calore dell'accoglienza in sala, la pizza napoletana, il forno a legna tradizionale ma anche per la cucina campana.

Oggi ci addentriamo nella cucina per carpire qualche segreto dello chef e osservare la preparazione di un primo piatto che vi farà innamorare: gli scialatielli allo scoglio.

Ma cosa sono gli scialatielli? Un tipo di pasta fresca che non ci capita di vedere spesso in Ticino ma di cui siamo sicuri vi innamorerete già dal primo boccone. È una pasta fresca tipica di Amalfi, il cui nome ha origine da due parole della lingua napoletana "scialare" (godere) e "tiella" (padella). Listarelle meno lunghe degli spaghetti, più larghe e dalla sezione irregolare.

Vengono conditi spesso con pomodorino fresco o alla sorrentina ma la versione allo scoglio della Tavernetta va fortissimo e noi di Mangiami che abbiamo avuto il piacere di provarli capiamo sicuramente il perché.

Una nota sulla cottura della pasta: va fatta cuocere per sette o otto minuti al massimo, per mantenerla al dente e finirne poi la cottura nel sugo.  

Per un bel piatto che vi dia soddisfazione le dosi sono:

-130 grammi di scialatielli
-100 grammi di cozze
-100 grammi di vongole
-pomodorino fresco a piacere

Fate attenzione che le cozze e le vongole siano ben chiuse per essere fresche e immergetele in acqua e sale per farle spurgare.

Una metà dei frutti di mare va sgusciata, l'altra invece tenuta integra per guarnire il piatto una volta terminato. Fate un soffritto con olio ed aglio fino a far imbrunire quest'ultimo, aggiungete prima calamari e poi gamberoni per poi farli rosolare.

Sfumate con vino bianco, aggiungete cozze, vongole, pomodoro fresco, prezzemolo ed un goccio di acqua di cottura della pasta.
Proseguite cuocendo i frutti di mare a fuoco lento per circa quattro minuti e spegnete prima che diventino duri, procedura.

Cuocete la pasta a fiamma moderata così da favorire il rilascio di amido in previsione della mantecatura.

Completate il piatto con del prezzemolo riccio a piacimento ed eccoci qua, il vostro piatto è pronto.
Da La Tavernetta trovate anche gli gnocchi allo scoglio, gnocchi tradizionali preparati semplicemente con acqua e farina.

Entrambi i piatti sono perfettamente equilibrati e gustosi, vi consigliamo assolutamente di provarli.

Clicca qui per provare tanti altri piatti della Tavernetta tra cui le loro favolose pizze.

Sei un ristoratore approdato da poco a Lugano? Uno chef che vuole svelarci qualche segreto? Scrivici a team@mangiami.ch!

Author image

Suhrya

Amante delle novità culinarie e della pizza in ogni forma.